Scaldacera

Fornello scaldacera, a rullo o a barattolo: una guida

Questa breve guida vuole essere utile a chi vuole scoprire quale potrebbe essere il fornello scaldacera più adatto alle sue esigenze ed a quelle di tutta la sua famiglia.

Le esigenze connesse all’epilazione

Tutti sappiamo che la ceretta costituisce una delle modalità di epilazione tra le più diffuse e apprezzate.

Con l’ausilio di uno scaldacera per cerette da utilizzare a casa propria nelle che ci sono più comode e nei ritagli di tempo che abbiamo, con pochi e semplici “passaggi” possiamo avere la pelle perfettamente liscia a lungo.

Lo scalda cera, come dice il nome, è un dispositivo che serve a riscaldare la cera epilatoria e mantenerla alla giusta temperatura per tutto il tempo dell’epilazione.

A differenza di quello che avviene coi rasoi, che devono essere usati con frequenza, la ceretta la si può ripetere ogni tre/quattro settimane e, con un suo uso costante i peli tendono ad indebolirsi e a diradarsi.

Due sono le alternative per chi vuol avere i benefici prodotti dalla ceretta.

  1. Incastrare nella routine quotidiana gli appuntamenti con l’estetista, che a volte devono magari anche essere cancellati o rimandati.
  2. Oppure acquistare uno scaldacera per uso domestico.

In commercio ci sono vari modelli di scalda-cera.

Vedremo insieme come agiscono, quale modelli, e quale tipi di cera, possono essere quelli più adatti alle diiverse esigenze.

Come funziona lo scaldacera

Gli scaldacera che si trovano in commercio funzionano a corrente elettrica:

al passaggio di elettricità, si surriscaldano delle resistenze le quali trasferiscono il loro calore alle parti circostanti e, da ultimo, anche alla cera.

L’epilazione fai-da-te presenta alcune difficoltà che però gli scaldacera ci possono far superare.Possono esserci utili

  • ad ottimizzare i tempi,
  • ad evitare le interruzioni per riportare la cera a temperatura giusta,
  • a ridurre gli sprechi,
  • ad utilizzare correttamente i prodotti impiegati.

Le tipologie di scaldacera sul mercato si riducono sostanzialmente a due:

  • a rullo,
  • a barattolo.

Lo scaldacera a rullo

Lo scaldacera a rullo ha la forma di uno stick deodorante roll-on ma, anziché avere la forma di un piccolo cilindro, ha una forma rettangolare e la sua testina non è tonda, bensì è un piccolo rullo.

La cera contenuta al suo interno viene riscaldata dalle resistenze elettriche così che -al passaggio del rullo (per esempio) sulla gamba – la cera liquida si deposita nella quantità necessaria per inglobare il pelo ed essere poi strappata con le apposite strisce.

Una volta che la cera all’interno è terminata, si possono acquistare delle apposite ricariche per procedere con altre depilazioni.

Lo scaldacera a barattolo

Lo scaldacera a barattolo si chiama così perché ha la forma di un barattolo al cui interno è contenuta la cera sciolta.

In questo caso, per stendere il prodotto è necessario utilizzare una spatola, e poi procedere allo strappo come nel caso precedente.

Questo tipo di scaldacera richiede una maggiore esperienza ed una maggiore manualità nell’applicare la cera sulla gamba (per esempio):

  • innanzi tutto perché va dosata,
  • poi perché occorre una certa dimestichezza per evitare delle spiacevoli colature da dover poi ripulire a fine trattamento.

In ogni caso, il tipo di scaldacera da acquistare dev’essere valutato in base alla tipologia di cera che si prevede di utilizzarIe.

Uno scaldacera a barattolo è utile anche nel caso in cui si preferisca utilizzare per la depilazione una cera a caldo.

I vantaggi che presentano le cere a caldo

Le differenti applicazioni delle cere a caldo e di quelle a freddo:

  1. la cera a freddo viene rimossa dalla gamba con l’ausilio di strisce di tessuto-non tessuto,
  2. le cere a caldo si applicano con una spatola sui peli, e le si rimuovono con uno strappo netto una volta che si sono leggermente solidificate.

Il vantaggio di utilizzare questo tipo di cera (a caldo) è dato dal fatto che la natura particolarmente “viscosa” del prodotto applicato ingloba anche i peli più corti, garantendo dei risultati più duraturi.

Per contro, occorre avere una certa dimestichezza nell’utilizzo di questo tipo di cera perché potrebbe provocare delle bruciature o anche ustioni più gravi.

Le diverse caratteristiche degli scaldacera da dover considerare

Vediamo ora nel dettaglio quali sono tutte le caratteristiche da considerare prima di comprare uno scaldacera, professionale o per uso casalingo.

Abbiamo già detto che sono due le principali tipologie di scaldacqua oggi in commercio: a rullo e a barattolo.

La scelta tra un sistema o l’altro dipende essenzialmente dalle attitudini operative di ciascuna persona, tenuto anche conto di altri fattori, come,

  • la velocità necessaria al dispositivo per portare la cera alla giusta temperatura,
  • il tempo per cui lo strumento mantiene calda e sciolta la cera per consentire la depilazione.

velocità e tempo di riscaldamento

Solitamente i modelli a rullo impiegano all’incirca quindici minuti per raggiungere la giusta temperatura, e la mantengono costante grazie alla loro alimentazione elettrica.

I modelli a barattolo non hanno tempi ben definiti, perché sono strettamente legati alla quantità di cera da scaldare che vi viene inserita al loro interno (oltre che al tipo di cera, come vedremo in un secondo momento).

Per una buona tenuta del calore, occorre che il barattolo sia dotato di un coperchio isolante.

costi per utilizzare lo scaldacera

Anche i costi della cera incidono sulla scelta del modello di scaldacera da acquistare.

Quelli a rullo, di norma hanno costi per ricariche più economici, soprattutto se si sceglie un modello le cui ricariche sonno legate ad una determinata marca, quindi un modello non funzionate solo con i propri stick.

pelli da trattare che sono particolarmente sensibili

Un’annotazione importante è quella legata alla tipologia di cera da utilizzare.

Per chi ha una pelle particolarmente sensibile e delicata la cera più adatta è quella idrosolubile, leggera e poco invasiva, i cui residui possono essere facilmente rimossi con acqua.

In questo caso non è necessario acquistare uno scaldacera, che funziona essenzialmente per le cere liposolubili (considerate le più efficaci), perché basterà riscaldare a bagnomaria la cera direttamente nella sua confezione.

Gli elementi da dover considerare al momento dell’acquisto

Se invece siete determinati all’acquisto di uno scaldacera, relativamente al modello che intendete acquistare, ricordatevi di valutare i seguenti elementi.

indicatori LED

Gli indicatori LED sono delle spie luminose che si accendono nel momento in cui l’apparecchio viene collegato alla corrente e/o quando la temperatura ideale è stata raggiunta.

termostato regolabile

Si tratta di una funzione che riguarda esclusivamente gli scaldacera a barattolo, che solitamente permettono di selezionare diversi livelli di temperatura.

spegnimento automatico

I modelli più soifisticati di scaldacera a barattolo si spengono automaticamente quando raggiungono delle temperature molto elevate, in modo da non surriscaldare la cera e non rischiare di arrivare a delle bruciature.

Alcuni elementi migliorativi di uno scaldacera

Per avere la certezza di scegliere lo scaldacera “migliore”, il più adatto alle vostre esigenze, prestate attenzione anche ad alcuni elementi che possono rendere l’uso di questo strumento decisamente più pratico e, in molti casi, possono davvero fare la differenza.

gli indicatori di livello

Si tratta di una finestra trasparente collocata al lato dello scaldacera, che permette di monitorare il livello della cera fusa senza estrarre la cartuccia

Negli scaldacera a rullo, ad esempio, la presenza di un indicatore di livello potrebbe rivelarsi molto utile.

il cavo elettrico

Altro elemento da non sottovalutare (relativamente agli scaldacera a rullo), è il cavo elettrico che deve essere sufficientemente lungo per consentirvi dei movimenti fluidi e delle posizioni comode durante le operazioni di epilazione.

la base di appoggio

Vedete se lo scaldacera a rullo ha una base d’appoggio su cui poterlo riporre, magari mentre applicate la striscia ed effettuate lo strappo.

gli accessori

Occorre considerare anche la presenza di eventuali ricariche di scorta e di salviette post depilazione.

il cestello ed il coperchio

Per quanto riguarda gli scaldacera a barattolo, i modelli più pratici sono sicuramente quelli che hanno il cestello è estraibile: il vantaggio in questo caso non è tanto legato all’utilizzo dello strumento, quanto alla sua successiva pulizia la quale, con un cestello estraibile, è più comoda.

Per far si che la cera sia sempre ad una temperatura costante, è preferibile optare per modelli dotati di un coperchio ed un cestello in alluminio, che hanno una maggiore capacità isolante.

la capacità del cestello

Infine è importante considerare anche la capacità del cestello, e la larghezza della sua imboccatura.

La capacità ideale del cestello è 400 ml, perché può contenere la maggior parte dei barattoli di cera che si trovano sul mercato, senza andare alla ricerca di ricariche particolari.

In presenza di tutto ciò, potrete sicuramente dire di aver trovato il modello ideale.

Offerte e prezzi di scaldacera

Per chi fosse interessato, ora illustriamo alcuni interessanti scaldacera acquistabili direttamente online.

**Muster Tres Jolie

scaldacera

Muster Tres Jolie è una scaldacera a rullo con regolazione elettronica della temperatura.

La sua impugnatura ergonomica e le sue dimensioni contenute, consentono un utilizzo davvero agevole.

La doppia resistenza permette allo strumento di andare in temperatura rapidamente, e di scaldare la cera in soli dieci minuti, anche quelle più viscose.

Una volta raggiunta la temperatura ideale, la mantiene durante tutto lil tempo di utilizzo grazie al suo termostato interno.

E’ dotato di pratico indicatore di livello laterale.

Necessita di un’alimentazione di 240V. Funziona con ricariche da 100 ml di diverse marche.

**Kit scaldacera mono di Nail Store

scaldacera

Questo kit scaldacera mono, è ideale per chi si approccia -a casa propria- alla depilazione con ceretta per la prima volta.

Contiene infatti l’essenziale per iniziare, ed anche per poi “capire” quale cera deve utilizzare.

La confezione d’acquisto infatti comprende,

  • lo scaldacera a rullo,
  • con un cavo di alimentazione a 240v sufficientemente lungo per consentire movimenti comodi,
  • una ricarica da 100 ml di cera allo zinco, per le pelli delicate;
  • una ricarica da 100 ml di cera al biossido di titanio rosa, per le pelli sensibili;
  • una ricarica da 100 ml di cera al miele, per chi deve evitare degli arrossamenti.

Infine, sono incluse nella confezione d’acquisto 50 strisce di tessuto non tessuto per lo strappo.

Il doppio vantaggio per questo kit:

  • è possibile sperimentare tre tipi di cera per capire quale sia la più giusta poi da acquistare;
  • terminati i tre stick in dotazione lo scaldacera resta comunque, e funziona con ricariche comuni da 100 ml.

**Scaldacera Epiltech

scaldacera 2

Lo scaldacera Epiltech è un modello a barattolo con una capacità di 400 ml.

Realizzato in materiale plastico di altissima qualità e resistenza, è dotato di un termostato che permette di regolare agevolmente la temperatura.

Una volta raggiunto il calore necessario a far sciogliere la cera resta in temperatura a lungo, consentendo una depilazione comoda e senza interruzioni, grazie anche al cestello in metallo e ad un coperchio.

Funziona con alimentazione da 230v.

Disponibilità e prezzo aggiornati al: 2019-04-22 at 00:48

Letizia R.
Scrittrice e ricercatrice indipendente. Si occupa di benessere e cosmesi. E' un'esperta di vini.
Hai appena letto: Torna alla pagina principale