Bellezza e fitness

L’olio di ricino per i capelli

Se li tuo desiderio è di avere dei capelli più vitali, più rigogliosi e voluminosi, potresti probabilmente ottenere degli ottimi risultati da un loro trattamento con l'olio di ricino.
olio di ricino pianta
I capelli e l’olio di ricino

I capelli e l’olio di ricino

Molte donne e molti uomini, come conseguenza di un frenetico stile di vita spesso si trovano nella frustrante condizione di avere dei capelli secchi, fragili, e sempre meno voluminosi.

Infatti, a causa dello stress psicofisico e dell’inquinamento, ai follicoli dei capelli non arriva un’adeguata quantità di indispensabili elementi nutritivi, col risultato che le persone poi finiscono col ritrovarsi con dei capelli non molto in salute.

Ricerche scientifiche hanno dimostrato che un’applicazione regolare di olio di ricino per capelli aiuta ad annullare gli effetti negativi sui capelli dovuti a,

  • degli stili di vita poco attivi,
  • delle diete povere,
  • e del vivere a contatto quotidiano con smog e polveri delle grandi città.
  • A tutto vantaggio di capelli più sani e più forti.

Molte donne sono restie (ma anche tanti uomini) ad utilizzare l’olio di ricino sui capelli, perché pensano che si tratti di un olio maleodorante ricavato dal pesce.

Invece, l’olio di ricino (per capelli) viene estratto dai semi della pianta del ricino (ricinus compunsi) e non puzza affatto di pesce.

Anzi, a seconda del tipo di olio di ricino che acquistate, potrete sentire un leggero e delicato profumo di noci, oppure di resina di alberi.

L’olio di lino

L’olio di lino

Come accennato, l’olio di ricino è un tipo di olio vegetale che viene comunemente utilizzato in cosmetica.

Lo si può però trovare anche nel settore manifatturiero, per fare delle vernici, dei lubrificanti, dei coloranti, e degli inchiostri.

Ma è tipico trovarlo anche nei medicinali, nei profumi, nei lucidi o nelle cere e (appunto) nei prodotti per il trattamento dei capelli.

A causa dei suoi effetti intensi ed irritanti, solo occasionalmente trova impiego come lassativo.

Usi e benefici dell’olio di ricino

Gli utilizzi ed i benefici dell’olio di ricino

Dal momento che si tratta di un prodotto al 100% naturale, è relativamente sicuro per i trattamenti sul corpo umano.

L’olio di ricino è utile in particolare per i capelli, la pelle e unghie, in quanto ha delle affinità con la cheratina, una proteina filamentosa che costituisce un componente strutturale dei capelli, dei peli, delle ciglia, delle unghie, oltre dello strato corneo più superficiale della pelle.

L’olio di ricino (per capelli) ha numerosi benefici soprattutto per chi soffre di alcuni problemi abbastanza comuni.

Prima di tutto perché ha una notevole capacità lubrificante e idratante, e quindi non solo favorisce la crescita dei capelli, ma aiuta anche a contrastarne la perdita.

Se ti stai chiedendo a chi può giovare questo prodotto, non devi preoccuparti: è ideale per tutti, per uomini o donne di qualsiasi età.

Infatti non sono solo gli uomini ad essere soggetti alla caduta dei capelli, ma capita anche a tante donne, in particolare a quelle con un’alopecia causata da squilibri ormonali.

Bisogna arrendersi all’evidenza: entrambi i sessi invecchiano, e tutti possono avere una perdita o diradamento dei capelli.

Questi fenomeni possono essere ridotti mediante delle applicazioni di olio di ricino ai capelli.

Piuttosto che acquistare dei farmaci costosi e spesso inefficaci, spesso è preferibile l’olio di ricino che è un prodotto economico naturale e sano.

Anche perché la sua caratteristica migliore è quella di non avere degli effetti indesiderati. Si tratta poi di un prodotto poco costoso, che non ha bisogno di prescrizioni mediche, che é facile da usare a casa propria senza l’aiuto di un esperto.

Potrai anche creare “la miscela perfetta per te” mescolando dell’olio di ricino per capelli assieme ad altri prodotti o ad altri oli essenziali.

Come agisce sui capelli

Come agisce l’olio di ricino sui capelli

Il segreto dell’olio di ricino per i capelli non é un segreto. Si tratta semplicemente di un prodotto naturale, ottenuto per semplice pressione dalla prima spremitura dei semi.

Favorisce la crescita dei capelli grazie all’acido ricinoleico, uno degli amminoacidi essenziali richiesti dal corpo umano: ovvero un acido grasso omega-9 che può penetrare nei pori della pelle e dei follicoli piliferi.

Questo fatto serve ad apportare sostanze nutritive, permettendo così ai follicoli dei capelli di ripristinare la loro normale crescita.

A questo proposito è opportuno evidenziare che –  quando il fusto del capello è morto – è molto importante utilizzare un olio che sia in grado di raggiungere i follicoli dei capelli.

Sono infatti i follicoli dei capelli i responsabili della “creazione” di una nuova crescita di capelli.

Solo in questo modo si potrà avere una crescita sana e duratura nel tempo.

Di riflesso, l’olio di ricino per capelli protegge anche i follicoli piliferi già esistenti, rafforzando così le chiome fragili e secche.

Inoltre, riportando al livello ottimale di pH  il cuoio capelluto, giova anche alla cura dell’acne e della forfora.

Oltre a questi due importanti effetti, l’olio di ricino ha l’effetto di ridurre l’impatto del sole e dell’inquinamento atmosferico sulla pelle e sui capelli.

Per tutte queste ragioni é un prodotto rigenerante che può essere utile a tutti, a tutti i tipi di capelli e di cuoio capelluto.

Come applicarlo sui capelli

Come applicare l’olio di ricino sui capelli

Utilizzare questo olio è molto facile. Basta solo che massaggi il prodotto a fondo lasciandolo penetrare sul cuoio capelluto, la regione in cui risiedono i follicoli dei capelli:

  • versa qualche goccia di olio sul palmo della mano,
  • incomincia a massaggiare il cuoio capelluto;
  • verifica di aver raggiunto tutta le superfici, senza tralasciare le zone più difficili da coprire;
  • se ti ritrovi con dell’olio in eccesso, distribuiscilo sulle punte dei capelli;
  • imposta un timer per il tempo di 20 minuti;
  • utilizza questo periodo temporale per assorbire con della carta, l’olio che eventualmente hai utilizzato in eccesso;
  • lava la testa con un primo shampoo.
  • Se senti di avere ancora dell’olio sui capelli, fai un secondo shampoo;
  • tampona i capelli con un’asciugamano e lasciali asciugare all’aria.
  • Ad una prima applicazione dovresti già notare un certo miglioramento: i tuoi capelli ora sono più setosi e brillanti;
  • nelle prime settimane, (è un mio consiglio) ripeti questa procedura per tre o quattro volte;
  • quando sei soddisfatta dei risultati, puoi fare questo trattamento una sola volta a settimana.

Il massaggio che fai applicandolo aumenterà anche la circolazione del sangue, il che agevola la “produzione” dei capelli.

Non esagerare con la quantità di olio; altrimenti potrai ritrovarti con dei capelli troppo unti e difficili da lavare.

L’olio di ricino ha un’efficacia immediata per quanto riguarda la brillantezza dei capelli ed i trattamento contro la secchezza o lo smog.

Se invece fossi maggiormente interessato/a alla ricrescita dei follicoli, allora dovrai aspettare un po’ più di tempo per ottenere dei risultati evidenti.

  • In media, è possibile osservare una crescita di circa 1.25 centimetri al mese.
  • Tieni a mente che la crescita dei capelli può avvenire più velocemente in inverno, mentre può rivelarsi più lenta nei mesi estivi.
Il miglior olio-ricino per capelli

Il miglior olio di ricino per capelli

Se hai notato, in farmacia e nei negozi specializzati esistono tanti prodotti che contengono differenti oli di ricino per capelli, ma qual è il migliore?

L’olio di ricino si divide (sostanzialmente) in due categorie principali,

  1. il “classico” olio di ricino chiaro,
  2. l’olio di ricino nero giamaicano:
    • quest’ultimo è forse il prodotto più popolare,
    • si distingue per il suo colore scuro, dovuto a una lavorazione che lascia filtrare anche le impurità della pianta.

L’olio di ricino “classico”,  viene spremuto dalla pianta con un processo a freddo (proprio come succede per il miglior tipo di olio da tavola).

Il risultato è un liquido giallo paglierino.

L’olio di ricino scuro, detto anche giamaicano, invece, ottiene il suo colore dalla cenere dei semi di ricino arrostiti. E’ proprio questa cenere a creare l’impurità all’interno dell’olio.

A parte questa differenza nel tipo di spremitura – che sia giallo o che sia nero – l’olio di ricino ha sempre le stesse proprietà e fornisce sempre gli stessi benefici.

Nel complesso, la scelta si basa sulle preferenze personali e sul prezzo che si può/si preferisce pagare per questo prodotto (di solito costa più quello nero).

foto di copertina: flick/budak

Related posts
Bellezza e fitness

Attrezzi per addominali: 5 valide tipologie tra cui scegliere

Bellezza e fitness

Olio di emù: proprietà e benefici per, corpo, pelle, capelli

Bellezza e fitness

10000 passi al giorno: troppi o troppo pochi? Cosa dice la scienza

Bellezza e fitness

Arnica gel forte: utilizzi e prezzi