Perdita di peso

Come e quando pesarsi nel modo migliore

Se vuoi perdere peso, aumentare il tuo peso, oppure se vuoi mantenerlo, il fatto di pesarti regolarmente può aiutarti a tener traccia dei progressi fatti e vedere che il tuo obiettivo si avvicina sempre più.
Devi anche sapere che i tempi e la frequenza con cui vai sulla bilancia possono fare la differenza in termini di motivazione e di correttezza dei valori via via rilevati.
pesarsi sulla bilancia

Il controllo della perdita di peso

Il momento più opportuno per pesarti sarebbe al mattino, prima di aver mangiato o bevuto qualcosa, e idealmente dopo essere andati in bagno. Pesarti in questo momento infatti ti aiuterà a monitorare in modo più preciso i tuoi progressi.

La ragione è che quando si tratta di monitorare il peso, la coerenza è molto importante, considerato il gran numero di fattori può distorcere i valori che vedi sulla bilancia.

Ad esempio:

  • 500 ml di acqua pesano 0,5 kg;
  • non è raro che chi fa una colazione abbondante e ricca di liquidi aumenti la propria massa di qualche etto se non di mezzo chilo.

Inoltre la nostra massa nostra corporea fluttua per tutto il giorno, e può farlo in modo anche significativo. Ciò implica che non è una buona idea pesarsi di prima di mattina un giorno, ed un altro giorno nel pomeriggio.

Pesarsi come prima cosa al mattino, ci aiuta quindi ad avere rilevazioni il quanto più possibile prive di errori, dato che in quel momento non hanno un significativo impatto alcuni fattori come il cibo mangiato il giorno prima o l’esercizio fisico fatto.

Le cose da tenere a mente per controllare correttamente il proprio peso

Di seguito illustriamo alcuni punti che è opportuno tenere a mente per potersi pesare nel modo più accurato.

  1. Utilizza una qualsiasi bilancia digitale, o anche una “buona” bilancia meccanica. In genere, a parità di costo, le prime sono più precise delle seconde. Se sei alla ricerca di una bilancia economica prediligi una digitale (a parità di prezzo sarà quasi sicuramente più accurata e precisa di una meccanica).
  2. Una volta che hai iniziato a pesarti su di una bilancia, dovresti poi cercare di continuare ad usare solo quella. Le possibili lievi differenze (errori) di misura tra le diverse bilance potrebbero rendere frustrante controllare il tuo peso. In alternativa, dovresti infatti ogni volta considerare lo scarto di misurazione tra le varie bilance che usi e – di volta in volta – correggere a mano le rilevazioni.
  3. Pesati senza indossare vestiti: proprio come il cibo, i vestiti che indossiamo (le scarpe soprattutto) hanno un peso non trascurabile e possono arrivare anche ai 2-4 kg. Se non sei in grado di farlo (perché ad esempio ti pesi in palestra o in farmacia) indossa il minor numero possibile di vestiti, e indossa sempre gli stessi.
  4. È importante anche posizionare la bilancia su di una superficie solida, perché le superfici morbide come i tappeti possono portare a dei risultati imprecisi.
  5. Scegli una frequenza delle tue pesate (ogni quanto ti pesi) che potrai facilmente rispettare. Puoi pesarti una volta al giorno, ogni venerdì, ogni lunedì e venerdì, ecc…; ma dovresti rispettare la frequenza che ti sei prefissato. Ti suggerirei di pesarti ogni giorno alla stessa ora. Ma anziché valutare i tuoi progressi ogni giorno, dovresti prendere una media del tuo peso ogni singola settimana e confrontarla con la settimana precedente. E’ utile monitorare i progressi in questo modo perché ci eliminano le varie possibili discrepanze giornaliere. Questo modo di pesarsi ogni giorno potrebbe non essere ideale per tutti: se il fatto di pesarti ogni giorno ti creasse ansia è meglio che ti pesi una volta alla settimana.
  6. Se stai cercando di dimagrire (o di ingrassare) non devi fare tenere conto solo dei dati che rilevi sulla solo sulla bilancia: il nostro corpo è composto da ossa, da organi, da grasso, da muscoli, da cibo e da acqua, e può essere difficile determinare quanto ognuno di questi incide sul nostro peso complessivo. Se ti stai allenando regolarmente, probabilmente starai bruciando dei grassi, ma starai anche aumentando la tua massa muscolare, e la massa muscolare pesa più della massa grassa. Ciò significa che anche se potresti non rilevare sulla bilancia una grande differenza, potrai vedere i tuoi cambiamenti guardandoti allo specchio. Tutto ciò per dire che importante non fare affidamento solo sulla bilancia, ma che occorre tener conto anche di altri valori come la percentuale del proprio grasso corporeo, ed anche (fare) delle foto che “registrino” come cambia la forma del nostro corpo. Se noti che i vestiti ti stanno più larghi, non devi scoraggiarti se la bilancia non ti dovesse mostrare una sensibile riduzione di peso: significa semplicemente che hai “trasformato” il tuo grasso in muscoli e che sei nella giusta direzione.

Da ricordare

Per prima cosa, pesati al mattino ogni giorno. Poi, calcola alla fine di ogni settimana la media dei risultati che rilevati giorno per giorno. Ciò ti aiuterà a stabilire se e come stanno funzionando sia l’esercizio fisico sia la dieta che stai seguendo, e perché non devono scoraggiati le possibili piccole fluttuazioni di peso quotidiane.

About author

Aida Teresa collabora da anni esclusivamente con un ristretto e selezionato numero di pubblicazioni online. Questo le ha consentito di specializzarsi nella redazione di notizie e articoli sui temi della medicina, dello sport e della bellezza.
Related posts
Perdita di peso

Ormoni femminili: come gli squilibri ormonali portano ad accumuli di grasso, e cosa fare

Perdita di peso

La conta delle calorie: strumenti e metodi per tenere sotto controllo l'apporto calorico

Perdita di peso

Le proteine del siero di latte per dimagrire

Perdita di peso

Le mandorle, ci fanno ingrassare?