ceretta fai da te

Ceretta fai-da-te al miele

Quando arriva l’estate, sia per le donne che per gli uomini il problema dei peli superflui si fa sentire in modo più concreto, e tornano attuali le esigenze della loro espiazione ed anche della loro depilazione.

ceretta fai da te

 

 

 

 

Per rimuovere i peli superflui si hanno diverse possibilità, tra le quali la depilazione, l’espiazione, i trattamenti laser, ed altri trattamenti più o meno permanenti.

Tutti questi metodi possono essere più o meno indolore sicuri. In questo articolo noi ci occuperemo di un collaudato modo di epilazione naturale fai-da-te.

L’epilazione

Nel linguaggio corrente non si fanno delle distinzioni tra l’epilazione e la depilazione; ma si parla genericamente di depilazione, senza fare dei distinguo.Tuttavia è bene precisare,

  • che la depilazione -la quale  viene fatta utilizzando apposite creme depilatorie, dischetti, rasoi od altre soluzioni – consiste nell’eliminare solo il pelo che emerge dalla cute;
  • che l’epilazione consiste invece nel rimuovere tutto il pelo – bulbo compreso – e viene fatta con con determinati metodi e determinati strumenti come la ceretta, la pinzetta o gli epilatori elettrici.

Uno dei modi di epilazione più utilizzati specialmente dalle donne, è quello che prevede – appunto – l’uso delle cerette che si trovano in commercio e che molto spesso irritano la pelle, le quali sovente lasciano anche delle tracce difficili da togliere.

La ceretta fai-da-te al miele

Comunque, se siete stanche di queste cerette prodotte delle industrie che a volte possono anche essere dannose, potete provare la soluzione che ora vi propongo, economica e naturale: la ceretta fai-da-te al miele.

La ceretta fai-da-te al miele, chiamata anche ceretta araba, o ceretta orientale per le sue origini mediorientali, costituisce un procedimento naturale di epilazione che, al contrario delle cerette prodotte industrialmente, non contiene nessun tipo di sostanza dannosa per il nostro corpo.

L’epilazione con ceretta al miele/ceretta araba è un modo antichissimo di epilazione, utilizzato forse anche dalla regina Cleopatra. Lascia la pelle morbida, non inquina;  è indicata specialmente per chi ha la pelle particolarmente sensibile e delicata. Quindi, assolutamente da provare.

Ma non solo questo. Anche le persone meno esperte in cerette, potranno facilmente utilizzare una ceretta al miele, perché si tratta di un prodotto che (se si osservano le dovute precauzioni) è semplice da preparare.

Illustreremo ora gli ingredienti necessari ed il procedimento da dover seguire, per preparare una ceretta fai-da-te al miele.

Suoi ingredienti e preparazione

Sono pochi gli ingredienti necessari alla sua preparazione. Basta infatti,

  • un bicchiere di zucchero,
  • il succo di mezzo limone,
  • un bicchier d’acqua,
  • due cucchiai di miele.

Per arrivare ad ottenere questa ceretta al miele, si procede nel modo seguente:

  • si versa il succo di limone e lo zucchero in un pentolino antiaderente;
  • si mette il pentolino sopra il fuoco, in modo che lo zucchero si sciolga lentamente;
  • quando lo zucchero ed il limone avranno formato una sorta di sciroppo, si versano i due cucchiai di miele, e si porta il tutto ad ebollizione;
  • si continua a mescolare questo composto per circa 10 minuti, finché non assumerà un bel colore ambrato, ed incomincerà ad attaccarsi alle pareti del pentolino;
  • lo si lascia intiepidire nel pentolino; dopodiché lo si versa in un barattolo di vetro o in una ciotola;
  • arrivati a questo punto, si prende in mano il composto e lo si lavora fino a farlo diventare una specie di palla, che poi andrà spalmata sulla pelle.

Modi di utilizzo della ceretta

epilazione con ceretta araba

Allo stesso modo delle comuni cerette che si possono trovare in commercio, anche la ceretta al miele va utilizzata quando è aduna corretta temperatura. Non troppo calda quindi.

Due sono i modi per utilizzare la ceretta al miele fai-da-te: senza strisce di carta, con strisce di carta.

senza strisce di carta

  • Si prende la palla di ceretta che si è venuta a formare;
  • s’inizia a stenderla sulla pelle nella direzione della crescita del pelo;
  • occorre stenderla per bene, sempre seguendo la direzione del pelo;
  • poi la si tira via nella direzione contraria a quella del pelo.

con strisce di carta

  • Se si preferisce, per effettuare l’epilazione si possono utilizzare delle strisce di carta o di cotone monouso;
  • le si appoggiano delicatamente sopra la ceretta al miele spalmata per bene sulla pelle;
  • vanno applicate nella direzione della crescita del pelo;
  • poi le si tira via contro pelo.

Come detto, occorre fare attenzione a che la temperatura della ceretta non sia troppo alta (circa 40°C).

Un’utile suggerimento: per evitare che il composto si attacchi o che scaldi troppo la pelle, soprattutto se questa è particolarmente sensibile, prima di stendere la ceretta al miele fai-da-te si può far uso di un velo di borotalco da applicare sopra.

Per stendere bene la cera, è opportuno utilizzare una spatolina, invece delle mani.

Occorre anche tener presente che questo composto fa fatica ad attaccarsi ai peli più corti di 5 millimetri.

Vantaggi della ceretta fai-da-te al miele

I vantaggi dell’utilizzo di una ceretta fai-da-te al miele sono diversi, e di diversa natura.

vantaggi in termini economici

  • Anche se le cerette che si trovano normalmente in commercio non hanno un costo molto elevato (dipende dalla marca: ma mediamente una confezione da 22 strisce costa sui 5-6 euro), con la ceretta al miele fai-da-te il costo sarà molto più contenuto (solo il costo degli ingredienti, con cui è possibile preparare molte -più- strisce). Senza considerare poi che tutti i suoi ingredienti li si possono utilizzare anche in cucina.
  • Inoltre, se se ne fa in abbondanza e non la si utilizza tutta subito per la depilazione, la si può conservare in un sacchetto oppure in un barattolo. All’occorrenza potrà servirci nuovamente: utilizzando la tecnica del bagnomaria, in modo da far sciogliere i cristalli di zucchero e di miele lentamente per poi ricominciare a lavorarlo per formare una palla.

vantaggi in termini di ecosostenibilità

  • Un’altro fattore da tenere in considerazione relativamente alla ceretta fai-da-te al miele, è quello dell’ecosostenibilità.
  • Invece dei prodotti contenenti degli elementi chimici come parabeni (una classe di composti organici aromatici, residui solidi della distillazione della resina di varie conifere), questa ceretta al miele è fatta solo con degli elementi naturali che non vanno ad intaccare in nessun modo l’ambiente, elementi che non lasciano rifiuti particolari da smaltire.

vantaggi per la pelle

  • Altro punto importante a favore dell’impiego di una ceretta al miele fai-da-te, è quello del benessere per la pelle.
  • Anche la nostra pelle beneficia dell’uso di soli prodotti naturali: il corpo potrà rimanere morbido e profumato, la pelle idratata, e non si formeranno delle irritazioni, grazie appunto alle proprietà antisettiche dello zucchero ed alla dolcezza del miele.
  • Per la sua delicatezza, la ceretta al miele è quindi particolarmente consigliata a chi ha i capillari fragili, ed a chi ha (in generale) una pelle sensibile e delicata.
  • La ceretta al miele fai-da-te, è inoltre indicata anche per le zone intime. I suoi effetti durano ben tre settimane.

Alcuni suggerimenti

ceretta miele

Trattandosi di un prodotto fatto in casa, la ceretta al miele fai-da-te può risultare difficile – solo per alcune persone ovviamente – da preparare:

  • occorre quindi tenere ben sotto controllo la temperatura del composto, in modo da non correre il rischio di ustionarsi;
  • per evitare che si formino dei grumi, e perché non si bruci lo zucchero (questo è lo stesso accorgimento che si deve usare di quando si cucina il caramello), mentre si stanno sciogliendo gli ingredienti occorre mescolare sempre per bene.

Nonostante gli ingredienti siano tutti naturali e delicati, anche lo strappo che si fa con la ceretta fai-da-te al miele fa comunque male: in fondo si tratta pure sempre di una ceretta.

Gli effetti della ceretta fai-da-te al miele durano comunque circa tre settimane.

Dopodiché si formeranno nuovi peli e sarà necessario ripetere l’operazione.

Stefania Gro
Un po’ poeta, un po’ punk e un po’ giornalista.
Hai appena letto: Torna alla pagina principale