Bici pieghevole, guida alla scelta

- Pubblicato da: Author: BFC in Category: Fitness | 9 min di lettura

In questa nostra breve guida alla scelta cercheremo di esaminare i differenti tipi di bici pieghevoli, quali sono le loro caratteristiche, e come scegliere la bici pieghevole più adatta alle nostre esigenze.

bici pieghevole
bici pieghevole

I diversi modi di muoversi in relazione alle diverse esigenze

Vivere in una città consente ad una persona di muoversi agevolmente, sia con mezzi pubblici, sia a piedi sia in bicicletta.

A volte però queste tre modalità di spostamento necessitano di essere combinate. Ma non sempre è semplice.

Così che in molti finiscono con l’affidarsi alla «solita» macchina rinunciando ai benefici fisici e mentali delle le pedalate e delle camminate anche brevi, ma fatte quotidianamente.

Con una bici pieghevole, spesso ci é possibile combinare molto bene queste diverse modalità di locomozione e quindi anche tenerci fisicamente in movimento.

La bici pieghevole

Una bici pieghevole è una bicicletta dotata di particolari accorgimenti (cerniere, dispositivi di serraggio ecc.) che ci consentono di piegarla e di ridurla ad una dimensione tale da poter essere trasportata come fosse un normale bagaglio, anche su di un altro mezzo di trasporto (auto, treno, autobus) .

Le moderne bici pieghevoli non sono difficili da usare come quelle degli anni ottanta/novanta. Oggi esistono anche dei modelli che, quanto a caratteristiche tecniche, non hanno nulla da invidiare neppure alle bici sportive.

Sono (in genere) particolarmente robuste e facili da usare, e si basano su delle soluzioni tecniche innovative, sia per quanto attiene al sistema di trasmissione e di piegatura, sia per quanto riguarda la sicurezza di chi le usa.

I criteri per la scelta di una bici pieghevole

Ad un osservatore poco attento tutte le bici pieghevoli potrebbero sembrare uguali. Ma non è così.

Possono infatti essere anche molto diverse tra di loro, sia per la struttura che per il sistema di piegatura, ma sopratutto in relazione al principale tipo di utilizzo per cui sono state pensate.

Ed è per questa ragione, che non ha molto senso parlare solamente di «miglior bicicletta pieghevole» e basta. E che occorre (anche) prestare una particolare attenzione alle caratteristiche sia,

  • delle «bici pieghevoli più leggere»,
  • delle «bici pieghevoli più economiche»,
  • delle «bici pieghevoli meglio trasportabili», e così via.

Infatti, ogni bici pieghevole ha alcune sue caratteristiche che possono essere viste come pregi o come difetti in relazione alle specifiche modalità ed agli scopi del loro impiego (principale).

Per cui, solitamente la scelta della “giusta” bici si risolve nel cercare un giusto compromesso tra i suoi pregi/difetti e le personali esigenze di ognuno, piuttosto che nel cercare la bici migliore delle altre.

I vantaggi delle bici pieghevoli

Sono innumerevoli i benefici che ci possono derivare dal regolare utilizzo di una bicicletta in generale, e quindi anche di una pieghevole.

Illustreremo brevemente quelli che riteniamo siano i più significativi e più interessanti vantaggi ed effetti benefici per coloro che la utilizzano.

risparmio di denaro

La bici pieghevole consente di risparmiare sui costi dei mezzi pubblici, sulla benzina dell’auto, su quelli per parcheggiare, sui costi per la manutenzione dell’auto.

risparmio di tempo

Una bici pieghevole consente di fare degli spostamenti più veloci nel traffico intenso.

Consente anche di essere utilizzata – per fare un unico spostamento – in combinazione con più mezzi di trasporto  (bici più bus; bici più treno;  bici e tram, bici e metro, e bici con l’auto).

esercizio fisico quotidiano

Anche se doveste acquistare una bici pieghevole solo per fare alcuni spostamenti, ben presto vi renderete conto che, utilizzandola regolarmente diventerà un prezioso alleato della vostra salute e del vostro benessere.

flessibilità negli spostamenti

Oggi è sempre più difficile spostarsi in città, in centro sopratutto, vuoi per le difficoltà di trovare parcheggi, vuoi per i sempre più numerosi sensi unici.

Utilizzando una bicicletta pieghevole (eventualmente anche in combinazione con altri mezzi di trasporto) è possibile arrivare pressoché ovunque in tempi ragionevoli.

Bici pieghevoli selezionate dalla redazione

Certamente potrà interessarvi conoscere i modelli che, complessivamente considerati, la nostra redazione ha ritenuto particolarmente interessanti.

Le varie tipologie di pieghevoli

Ogni tipo di bici pieghevole ha le sue particolari caratteristiche in relazione alle specifiche modalità ed al tipo del suo principale motivo di utilizzo. Vediamole queste caratteristiche.

le «classiche» bici pieghevoli

Sono le «comuni» bici pieghevoli, quelle che tutti conosciamo e quelle che, tra tutte le bici pieghevoli in commercio, solo le più vendute.

  • Di solito sono realizzate in alluminio.
  • Hanno ruote da 18-20 pollici.
  • Hanno un peso che varia tra i 10 ed i 15 chilogrammi.
  • Possono essere – o non essere – dotate del cambio di velocità.

le mountain bike pieghevoli

Sono le bici pieghevoli che sono di gran lunga le più ingombranti e le più pesanti.

  • Sono dotate di ruote di 26 pollici.
  • Sono piuttosto robuste, e possono quindi essere utilizzate anche su terreni misti, il che le rende estremamente versatili.
  • Stanno avendo un gran successo, per il fatto che possono essere utilizzate come biciclette normali per fare un giro fuori porta nel weekend, in alternativa alla mountain bike o alla city bike classica.

le bici da corsa pieghevoli

Sono delle bici ancora abbastanza rare, e non se ne vedono molte in giro.

  • Sono le più leggere bici pieghevoli, e sono quelle che consentono di raggiungere, con relativa facilità, le velocità maggiori.
  • Per contro, sono dotate di ruote da 26 pollici, e sono quindi parecchio ingombranti.

Quale bici pieghevole scegliere in relazione alle diverse esigenze

Quando si tratta di scegliere una bicicletta pieghevole, il modo migliore per stabilire quale è la più adatta è di restringere il campo delle opzioni alla modalità di utilizzo principale che intendete fare con la bici:

per il tempo libero

Se cercate una bici pieghevole da utilizzare nel vostro tempo libero, magari per brevi escursioni o gite di un giorno, allora non avete particolari esigenze se non, eventualmente, quella di acquistare un modello col cambio nel caso doveste spostarvi in zone collinari.

Per il resto, un qualsiasi modello, da quelli più economici in sù, vi potrà andar bene.

per i pendolari

Se usate la bicicletta per recarvi al lavoro, avrete bisogno di un modello di bici confortevole, veloce, leggero e, soprattutto, sicuro e solido: non potete permettervi di arrivare tardi (o non arrivare proprio) al lavoro perché la bici vi lascia a piedi.

  • Perciò, diventa essenziale la scelta del diametro della ruote.
  • Eventualmente è da prediligere una bici con il cambio (rispetto ad una senza).
  • Per chi deve percorrere dei tratti veloci, saranno utili le ruote che hanno un diametro superiore ai 20 pollici.
  • E’ consigliabile un modello di bici pieghevole dotata di cambio per chi deve percorrere,
    • zone trafficate,
    • zone con frequenti ostacoli e con variazioni di velocità,
    • salite.

per chi va in campeggio e sulla spiaggia

  • Se contate di portarvi la bicicletta in vacanza o in campeggio, vi consigliamo di optare per una mountain bike pieghevole.
  • O di optare comunque per una bici con le ruote abbastanza grandi (con un diametro di almeno 24 pollici).

Le varie caratteristiche tecniche

Come detto, le attuali bici pieghevoli adottano delle soluzioni tecniche innovative, sopratutto con riguardo alla sicurezza di chi le usa.

una premessa

Per prima cosa ricordate che una bicicletta – pieghevole o non – dev’essere comoda e facile da guidare. Non scegliete quindi biciclette che siano troppo piccole per la vostra corporatura: presto vi stuferete di loro e finirete con il non utilizzarle più.

i vari meccanismi di chiusura delle bici

Il meccanismo di chiusura è la principale componente che incide sulla velocità con cui la bicicletta può essere ripiegata.

I principali tipi di meccanismo di chiusura e quindi ripiegamento delle bici sono i seguenti:

  • cerniera con asse parzialmente verticale circa nel mezzo del telaio;
  • ripiegamento a metà del telaio;
  • ripiegamento interno del telaio, a parallelogramma o a forma di schermo;
  • ripiegamento della parte posteriore della bici in avanti;
  • spostamento di aclune parti della bici (quali sella, tubo per sellino, manubrio, ecc).

i  materiali delle strutture delle biciclette

Il telaio è l’elemento che contribuisce in maggior misura al peso di una bici.

Ma é anche quello da cui maggiormente dipende anche la sua solidità. Il telaio può essere:

  • in alluminio
    • l’alluminio non si arrugginisce,
    • é relativamente leggero, ed è perciò molto utilizzato in tutte i tipi di biciclette,
    • per contro, non è troppo rigido.
  • in fibra di carbonio
    • I telai in fibra sono molto leggeri,
    • non si arrugginiscono,
    • sono abbastanza costosi,
    • sono rigidi.
  • in acciaio
    • l’acciaio è molto resistente alle sollecitazioni della strada,
    • ma per contro pesa e si arrugginisce.
  • in titanio  
    • il titanio é il materiale più pregiato,
    • é resistente, leggero, non si ossida, ed assorbe incredibilmente bene le vibrazioni,
    • per contro, il titanio è molto costoso.

le misure delle ruote delle bici pieghevoli

Di ruote se ne trovano: –da 16 pollici  –da 20 pollici   –da 24 pollici,  da 26 pollici. Vediamo cosa comportano queste differenti misure.

  • le ruote da 16 pollici
    • Sono ruote decisamente minuscole, sono poco stabili, ma sono eccezionalmente maneggevoli sulla strada,
    • sono specificamente progettate per le brevi distanze, ma sono “pessime” per percorrere lunghi tratti,
    • sono le ruote che montano i modelli di bici pieghevoli maggiormente trasportabili.
  • le ruote da 20 pollici
    • le ruote da 20 pollici sono quelle utilizzate dalla maggior parte delle biciclette pieghevoli,
    • non solo consentono una buona manovrabilità, ma sono anche agili e ben trasportabili,
    • sono adatte per gli spostamenti quotidiani, in città sopratutto.
  • le ruote da 24 pollici
    • Sono delle ruote (ancora) abbastanza compatte, ma non sono molto stabili per i percorsi lunghi,
    • per contro, sono (ancora) facilmente portabili sui mezzi pubblici.
  • le ruote da 26 pollici
    • Consentono una corsa più stabile delle precedenti, ma sono anche molto grandi ed ingombranti da trasportare,
    • non per niente, rappresentano una “nicchia” delle biciclette pieghevoli.

il cambio

Anche il cambio contribuisce ad una parte del peso della bicicletta,

Costa e la rende più suscettibile alle rotture, Per queste ragioni, se non necessario per le ragioni prima esposte, noi lo sconsigliano.

Negli altri casi, noi ci sentiamo di suggerire l’acquisto di una bici con un numero di marce compreso tra le tre e le otto.

Bicicletta pieghevole modello "Coppi RP1X20206"

In sintesi

  • Peso: 12 Kg
  • Ruote: 20 pollici
  • Cambio a 6 velocità
Foto: Amazon.it

La Coppi RP1X20206 è una bici pieghevole adatta alle persone di altezza media e medio-bassa, ovvero alte tra i 160 ed i 175 cm.

Il suo telaio, benché sia in acciaio, è discretamente leggero (12Kg) e resistente, e consente ldi utilizzarla anche su fondi stradali a tratti sconnessi.

Le sue ruote – il cui diametro è di 20 pollici (50,5 cm) – sono abbastanza grandi da rendere la Coppi RP1X20206 stabile e facilmente manovrabile anche alle medie velocità.

Velocità che sono raggiungibili senza sforzi particolari grazie ad un preciso cambio Shimano che comanda la catena sui 6 pignoni posteriori.

Anche i pedali sono pieghevoli in modo da massimizzare la sua compattezza e trasportabilità una volta ripiegata.

Foto: Amazon.it

Moutainbike pieghevole di Girardengo

In sintesi

  • Peso: 15 Kg
  • Cambio a 21 velocità
Foto: Amazon.it

Questa moutain bike (MTB) pieghevole della Girardengo rappresenta un tentativo audace ma ben riuscito, di creare un mezzo robusto e resistente, che sia anche ben ripiegatile, compatto e leggero per il trasporto.

Una volta piegata questa MTB occupa infatti il ridottissimo spazio di 105 x 95 cm.

Sulla bilancia questa MTB fa registrare un peso di solo 15 chili il che, se si considera la tipologia del mezzo e la grandezza delle sue ruote (26 pollici), è davvero un ottimo risultato, ottenuto anche grazie alla scelta dell’alluminio per il telaio.

L’elevato diametro delle ruote e il suo peso ridotto, uniti ad un cambio Shimano tz50 a ben 21 velocità, fanno di questa moutain bike una bicicletta che non fa fatica a tenere il passo con le «sorelle» non piegabili.

L’unica «pecca» per chi volesse utilizzarla off-road sono le gomme con cui viene venduta: le gomme liscie.

Consigliatissima, sia per andare al lavoro, sia per delle scampagnate in campagna nei weekend.

Foto: Amazon.it

Per approfondire


***

Questo sito si basa sul supporto dei lettori: quando comprate attraverso i link sul sito, potremo ricevere una commissione, senza però che il prezzo finale per chi acquista subisca alcuna variazione. Parecchi prodotti che presentiamo sono acquistabili online su Amazon, ma non siamo in alcun modo collegati ad Amazon. Il prezzo finale di vendita può variare per motivi indipendenti da noi: verificalo sempre prima di concludere l'acquisto.

Author: BFC

Sono un appassionato lettore e ricercatore e credo nell’immensa potenzialità che la rete offre di condividere informazioni e conoscenze che possano direttamente o indirettamente migliorare il benessere dell’uomo.